logo G. Ferraris   Scuola Secondaria di I grado "Galileo Ferraris"

Tra due ali di fiaccole olimpiche di cartoncini, hanno fatto il loro ingresso nella palestra gli ospiti della giornata dedicata allo sport.

Lorenzo Marcantognini, atleta paralimpico di calcio e atletica, Marta Penalver Ramon, della squadra Città di Falconara Calcio a 5 femminile, ed Emanuele Fracascia, attuale allenatore della nazionale di sitting volley.

Ad accompagnare gli sportivi il vice presidente del comitato paralimpico delle Marche, Roberto Novelli e il consigliere regionale, Tarcisio Pacetti. Ad accogliere gli ospiti le classi seconde dell’istituto di via Tito Speri con l’Inno alla gioia di Beethoven suonato alle tastiere e ai flauti e diretto dalla professoressa Paola Parrucci.

«Sono mesi che attendo questo giorno – ha commentato il dirigente scolastico Fabio Rustici – e sono molto felice di potervi accogliere a scuola insieme ad alunni e docenti. Abbiamo sottoscritto qualche giorno fa un accordo con il Comitato italiano paralimpico e avervi nostri ospiti permette di consolidare questo rapporto che vedrà una serie di attività anche nel prossimo anno».

Per leggere tutto l'articolo cliccare sul seguente link: https://www.qdmnotizie.it/falconara-alla-media-ferraris-lezione-di-vita-con-gli-atleti-paralimpici/

ragazzi ridA pochi giorni dall’apertura della nuova edizione del Falcomics, la sindaca di Falconara Marittima Stefania Signorini e Martina Amadei dell’ufficio culturale del comune adriatico marchigiano hanno incontrato le classi della scuola secondaria di primo grado Galileo Ferraris. 

Martedì mattina 10 maggio gli studenti hanno incontrato la prima cittadina che ha illustrato loro anche un nuovo progetto dell’Università Politecnica delle Marche per la formazione e creazione di un ingegnere di videogame e di realtà virtuali in collaborazione con il liceo della città attraverso la creazione di laboratori insieme al supporto di docenti universitari. 

Successivamente la parola é passata a Martina Amadei per la presentazione degli eventi dedicati al Falcomics che si apriranno con l’inaugurazione ufficiale venerdì 13 maggio alle 17 al parco Kennedy dove nei giorni successivi sarà allestito lo spazio per l’area commerciale con oggettistica e area games, trenta tavoli gioco e cento postazioni per i giochi di ruolo; ci sarà inoltre la mostra del pittore Fabrizio Spadini. 

Nella sala mercato in via Bixio sarà invece allestita l’area videogiochi e si svolgerà un torneo di PlayStation, Fifa e Super Mario Bros. Nell’area urban troveranno posto invece la break dance e i graffiti con gli artisti a disegnare su pannelli di legno i soggetti a tema comics. 

Nella Galleria delle idee poi sarà possibile provare la realtà virtuale. 

Al parco Kennedy, l’area maggiore dell’evento, ogni pomeriggio ci saranno eventi, contest musicali e concerti: venerdì sera alle 21 sul palco ci sarà Giorgio Vanni, storica voce delle colonne sonore dei cartoni animati, sabato cover band e domenica sera alle 21 gran finale con Cristina D’Avena. 

<<Il tema di quest’anno é l’inclusione - ha spiegato - per questo siamo venuti ad invitare voi e le vostre famiglie, vogliamo coinvolgere le scuole, le associazioni del territorio per portare per tre giorni gente e rendere la città piena di divertimento>>.

signorin2 rid   signorini rid

orariolezNell'allegato è possibile prendere visione dell'orario provvisorio di tutte le classi della Scuola Secondaria.

murales 

 L’unità di apprendimento sulla legalità affrontata dalla seconda B si è conclusa con il compito di realtà, l’esperto Claudio Carloni ha proposto alla classe di produrre un murales creando immagini provenienti dalle loro emozioni relative al problema del bullismo.

La video-presentazione della realizzazione del murales.

recita franceseQuesta lettura animata nasce dallo spirito di collaborazione e dalla voglia di mettersi in gioco degli alunni di lingua francese della 1C. I ragazzi si sono appassionati alla storia letta in classe un po’ per volta. Ne hanno fatto vignette affinchè anche un loro compagno potesse fruirne…poi questo stesso compagno ha avuto l’idea: “ Prof facciamo uno spettacolo?” E così è stato.

Ci abbiamo lavorato in pochissimo tempo, con risorse e strumenti di scena che i ragazzi hanno definito “minimal chic”…recuperate da casa. Lo scopo era quello di divertirsi, mettendo in pratica le piccole/grandi competenze maturate in questo anno. Non sapevamo quale sarebbe stato il risultato. Ma alla fine ci è piaciuto e ve lo vogliamo mostrare.

MES DAMES ET MESSIEURS, AMUSEZ VOUS!

LETTURA ANIMATA cliccare qui